Classe 2024

Venerdì 24 novembre 2023, presso “Fiore di Botta” polo didattico dell’Università di padova, si è tenuta la lezione inaugurale della ventunesima edizione del Master in Gestione Ambientale Strategica organizzato dal Dipartimento Ingegneria Industriale dell’Università di Padova, in collaborazione con il CESQA (Centro Studi Qualità Ambiente). L’edizione 2023/2024, che ha come focus Circolarità e Sostenibilità, è stata presentata dal fondatore del Master e del CESQA, professor Antonio Scipioni che ha riassunto brevemente, ma esaustivamente, l’origine e la storia di questo corso di alta formazione ed i risultati ottenuti in vent’anni di vita.

Il professor Scipioni ha esposto la struttura del corso (296 ore di didattica frontale o in presenza o via zoom, 40 ore di esercitazioni via Moodle e 450 ore di stage/project work) e le certificazioni che esso rilascia, oltre al titolo accademico post – lauream, ossia consulente e revisore ambientale EMAS, attestato di auditor/lead auditor Sistemi di gestione ambientale, attestato di auditor/lead auditor di gestione dell’energia. Altro aspetto importante per i frequentanti è la possibilità di essere affiancati durante questo percorso annuale di formazione da figure tutoriali di primo piano, in quanto docenti e/o tecnici del settore ingegneristico/ambientale.  A riprova della bontà del progetto accademico, numerosi i soggetti che hanno in questi anni concesso o confermato il loro patrocinio, dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, ad Accredia, ad UNI, solo per citarne alcuni fra i più rilevanti.

Il professor Scipioni ha infine concluso il suo intervento sottolineando che la storicità del Master non è certamente un limite al suo costante rinnovamento in sintonia con i continui aggiornamenti normativi o evoluzioni di mercato, ma anzi dimostra il suo carattere pioneristico: se oggi, infatti, tutti parlano di sostenibilità ambientale e di cambiamento climatico, qualche lustro fa, questi argomenti erano materia sconosciuta e di secondaria importanza. E ciò è confermato ancora di più dai profili dei 35 studenti che, su richiesta del docente, si sono rapidamente presentati. A dispetto dell’imprinting scientifico di questo corso post lauream, svariati sono coloro che hanno una formazione economica, giuridica se non quando addirittura umanistica. L’attualità e l’importanza degli argomenti trattati, lo confermano ai primi posti fra i MASTER del nostro Ateneo, consentendo ai suoi partecipanti di acquisire o approfondire le migliori idee e tematiche del momento in campo ambientale.